the idler

E non è che dal 6 luglio ad oggi non mi sia successo niente tanto degno di essere ricordato… è solo che vivere, anche il più oziosamente possibile come tento strenuamente di fare (ma sforzarsi di oziare non sarà una contraddizione?? -__- ), prende del tempo, tanto tanto tempo, e non ne rimane per contemplare il soffitto e riportare i pensieri su un diario…
e più tempo passa e più sarebbero le cose da dire, da citare, da sottolineare, e più tempo servirebbe per mettere in ordine i pensieri e dar loro forma logica e in quel tempo però ci si dice che si potrebbe leggere qualcosa di interessante piuttosto che scrivere qualcosa di nessun interesse e si cede alle parole già stampate, che se qualcuno si è preso la briga di stamparle forse (e dico forse) sono più degne di quelle che turbinano senza depositarsi da nessuna parte.
 
Ma arriva un giorno che aprire il proprio blog e vedere luglio quando fuori è novembre ti fa partorire post inutili ma che sembrano darti la spinta di poter scrivere ancora…