Cookie e fiere

Queste sono le cinque previsioni più frequenti nei
biscotti della fortuna cinesi: 1) i tuoi progetti si realizzeranno; 2)
ti arriverà una buona notizia da lontano; 3) è arrivato il momento di
tentare qualcosa di nuovo; 4) la tua vita amorosa sarà felice e
armoniosa; 5) nella prossima scatoletta di tonno che aprirai troverai
un diamante da un milione di dollari. Ecco, la settimana prossima ti
succederanno tutte queste cose. PESCE D’APRILE! Il tuo prossimo futuro
sarà meraviglioso, ma non così meraviglioso. Ti capiteranno, al
massimo, solo tre di queste previsioni.

Pure tre su cinque non sarebbero mica male!!

——

La fiera ieri e oggi è andata molto bene, mi sono stancata tantissimo pur non facendo assolutamente nulla, è incredibile!! Ho fatto la conoscenza di ragazzi molto simpatici e in gamba. Alla fine, oltre il più scontato riscontro pecuniario, è proprio questo aspetto che mi piace del lavoro fieristico! E sono pure riuscita a diffondere il bookcrossing e a farmi regalare un libro da ringare e liberare, che bello!! ^_^

Una giornata come tante…

"Ci servirebbero i suoi dati bancari per farle il bonifico", "Ehm, veramente io non ce l’ho un conto in banca" rispondo sentendomi una barbona. Poi vado a scuola guida dove i ragazzini di 18 anni, ma con la maturità di 5, mi danno della vecchia e si bullano apertamente di me, io (che pure ho qualche problema a dimostrare l’età che ho sia fisicamente che mentalmente) do loro corda in un crescendo di gnegneismo infantile che sfiora vette surreali… e intanto provo a fare quiz mentre discuto sui termini alberghieri in inglese, i risultati sono incoraggianti, pur distratta e sparandone molte a caso faccio pochi errori… resta il fatto che ad oggi sono senza patente e senza conto in banca, praticamente una reietta. Da Mr.Supy provo giacche di mia suocera in vista del lavoro di giovedì e venerdì, per il timore di non essere all’altezza delle aspettative di chi mi ha preso a scatola chiusa, è duro essere una standista con soli 158 cm di altezza e un fisico non propriamente da pin-up…
La giornata si conclude con una notizia più che felice che non oso nemmeno scrivere… stavolta DEVE essere la volta buona… continuo a tenere le dita incrociate e a pregare il mio Dio pagano…

Everything connects

Con il solito ritardo posto l’ormai irrinunciabile Brezsny settimanale:

L’acqua che bevi ha tre miliardi di anni, cinque
milioni più, cinque milioni meno. La materia di cui è fatto il tuo
corpo ha almeno dieci miliardi di anni, forse di più, ed è stata a
centomila anni luce da dove si trova adesso. Nel corso dei suoi vari
viaggi, l’aria che respiri è stata letteralmente in tutto il pianeta,
ed è entrata e uscita dai polmoni di quasi tutti gli esseri umani mai
vissuti. Potrei fornirti molte altre prove del fatto che sei una
creatura eterna e infinita, Leone, ma basti dire che sei molto più
grande, più antico, più selvaggio e più libero di quanto tu abbia mai
immaginato. Le esperienze che presto farai ti aiuteranno a capire
quanto questo sia vero.


Guarda che ci conto eh, se non è così poi ti vengo a cercare caro Rob!!!

Free talk

Leggo un sacco di manga, molti dei quali davvero inconsistenti, e spesso mi ritrovo a pensare che le parti più divertenti sono i free talk degli autori. Leggendo il n.5 di I love you baby (manga molto carino, ma che dopo i primi 2-3 numeri sta già calando…) mi imbatto in questo pensiero dell’autrice Yoko Maki: "Di recente ho preso gusto a urinare. L’altro giorno, quando sono andata in un negozio di articoli di benessere, la ragazza si è stupita moltissimo perché le ho detto che facevo pipì tre volte al giorno. Me ne sono stupita anch’io perché pensavo fosse normale, invece mi ha detto che le persone normali la fanno più di dieci volte al giorno. Ecco perché mi sentivo le gambe gonfie… quindi ho cominciato a bere tanto tè." A me la spontaneità con cui ha scritto questa cosa nel fumetto ha fatto morire dal ridere… e ammetto di aver riletto un paio di volte quel "ho preso gusto a urinare" per essere sicura di aver letto correttamente… inoltre ho pensato: "allora non sono la sola a preoccuparsi dei propri processi fisiologici e a sbandierarli alla gente!" (cosa che disgusta non poco Mr.Supy anche se credo ormai si sia rassegnato -__-‘).

Step by step…

Visto che Mr.Supy pare apprezzare particolarmente le frasette di Brezsny continuo a pubblicarle… ecco il responso per la settimana dal 16 al 22:

Ecco cosa ti auguro per la prossima settimana: 1)
di non sbucare all’improvviso da un tunnel buio come la pece in una
luce accecante, ma di passare gradualmente dal gelo dell’oscurità a un
fresco grigiore e infine al calore della luce; 2) di non liberarti da
una stretta claustrofobica per ritrovarti nel bel mezzo del nulla, ma
di evolvere naturalmente da una limitazione interessante a un’apertura
nuova e promettente; 3) di non saltare da un abisso senza fondo fino a
una cima spaventosa, ma di salire passeggiando allegramente da cupe
profondità ad altezze tintinnanti.


Un up and down regolato da un certo equilibrio… il sogno della mia vita… ma poi perderebbe il suo status di up and down per diventare un’evoluzione di una persona matura… naaaa, non sono io!!!

Un contratto troppo impegnativo…

Questa settimana ho letto l’oroscopo di Brezsny, ma faceva così male che non l’ho voluto pubblicare… oggi però è il 15, scade il suo periodo di validità, perciò lo riporto pensando al fatto che potrò ripescarlo in futuro quando mi sentirò in grado di farlo… certi suggerimenti non possono diventare immediatamente realtà, hanno bisogno di un po’ di decantazione…

È arrivato il momento di firmare un nuovo contratto
con te stesso. Mettilo nero su bianco, scrivi tutte le promesse che
vuoi farti per il futuro. Descrivi gli ideali che vuoi perseguire, le
libertà per cui vuoi combattere e i cambiamenti che vuoi introdurre nel
mondo che ti circonda. Non c’è bisogno che lo firmi con il sangue, ma
ti consiglio di lasciar cadere sul documento almeno un po’ di lacrime e
di sudore.


Più che lacrime e sudore oggi potrei lasciarci del muco visto che mi è esploso un subdolo raffreddore che si è fatto strada pizzicandomi la gola per 2 giorni… E stasera ho lezione con Totonno, cercherò di far parlare solo lui!!

Dizionario dei nomi propri – Amélie Nothomb

Avere dieci anni è quanto di meglio può capitare a un essere umano. […] Dieci anni è il momento più solare dell’infanzia. Nessun segno dell’adolescenza è ancora visibile all’orizzonte: solo un’infanzia matura, ricca di una già lunga esperienza, senza quel sentimento di perdita che ti assale ai primi annunci della pubertà. A dieci anni non si è per forza felici, ma per forza si è pieni di vita, più vivi di chiunque altro.

Dedicato a una decenne molto vivace!

Voci precedenti più vecchie