Wrong about Japan – Peter Carey

Ho appena finito di leggere Wrong
about Japan
(tradotto malamente in italiano con: Manga, fast food e
samurai – un Giappone tutto sbagliato
) di Peter Carey, autore australiano
conosciuto soprattutto per Oscar&Lucinda. Mi sono avvicinata a
questo libro con curiosità e interesse (come sempre quando si parla di questo
paese), ma anche con tanta diffidenza. Di castronerie sul Giappone e i
giapponesi ne sento e ne leggo ogni giorno e puntualmente mi monta una gran
rabbia… inoltre le prime righe del libro raccontano di come Carey si avvicinò
all’universo Giappone per capire meglio l’introverso figlio dodicenne
appassionato di anime, manga e film nipponici. Charlie noleggia L’estate di
Kikujiro
e il padre scrive: "film giapponese che
racconta l’incontro tra un ragazzino e un simpatico mezzo delinquente un po’
schizzato interpretato da un certo Beat Takeshi". Un certo Beat Takeshi???
Cominciamo male, io son lì che penso
furiosa:
"Ma brutto ignorante,
come fai a scrivere sul Giappone e a non conoscere l’Immenso Kitano?!?" Ma poi pian piano Carey mi conquista perché è
curioso e umile, vuole davvero entrare nella testa del figlio e di quegli
strani alieni (o essere mutanti come li definisce Charlie includendo se stesso)
che sono i giapponesi. Dopo essersi documentati e aver preso contatti per interessanti
incontri, Carey sr. e jr. partono alla volta del Giappone anche se i loro
interessi si rivelano divergenti… Peter vorrebbe esplorare il Vero Giappone
fatto di teatro kabuki, antiche spade e racconti sulla seconda guerra mondiale
e l’impatto delle atomiche, Charlie è interessato esclusivamente alla
tecnologia, videogiochi, anime… e non sembra rimanere deluso quando Tomino,
creatore di Gundam, rivela come questo famoso anime sia nato esclusivamente per
vendere giocattoli e senza alcuna ispirazione artistica. Io mi sento vicina a
entrambi, interessata come sono a qualsiasi aspetto di quel paese così
multiforme, e mi identifico sia col padre desideroso di scoprire i giapponesi
scavando nella loro antica cultura, sia nel figlio attratto dalla colorata e
luccicante patina tecnologica e futuristica del Giappone odierno.
Le mie reticenze su Carey cadono definitivamente quando, di fronte a un
quindicenne indigeno che liquida Miyazaki come il "Walt Disney
giapponese", scrive: "Miyazaki è un grande artista, il che è ben
altra cosa rispetto all’essere un artista di grande successo. Il suo My
Neighbor Totoro
è un autentico capolavoro, che regge tranquillamente anche
più visioni successive, un’opera dai contenuti ben più corposi di quanto non
siano, per esempio, Bambi o Biancaneve". Ok sei perdonato,
ora però fila a recuperare la filmografia di Kitano! 
L’ultimo degli incontri/interviste di Carey è proprio a Miyazaki che,
nonostante l’incomunicabilità fra giapponese e inglese, riesce a trasmettere ai
suoi ospiti tutto il suo entusiasmo fanciullesco attraverso le immagini. La
traduttrice ci tiene a far sapere che: "Miyazaki ha detto che secondo lui
l’immaginazione è una delle facoltà più importanti dell’uomo. Lo scopo di tutte
le sue attività creative è stimolare l’immaginazione dei bambini, le
generazioni del futuro. Attraverso l’immaginazione possiamo creare un mondo
completamente diverso, dipende solo da come la usiamo. L’immaginazione può
generare delle virtù, ma anche armi distruttive capaci di mettere a repentaglio
il mondo intero. Miyazaki ha detto di essere preoccupato di questi possibili
rischi."

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. SuperSquall
    Gen 31, 2007 @ 13:54:12

    Un certo Kitano è scandaloso!!!!

    Rispondi

  2. ele
    Feb 07, 2007 @ 23:44:59

    ciao! ho scovato il tuo blog (anche) dei libri! buona lettura dell\’amante dell\’orsa maggiore, quando lo inizierai 😉

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: