Quello che gli scrittori possono dire e i comuni mortali no…

…e allora per non rischiare basta citare… che pavida sono!

Chi odia i gatti rispecchia uno spirito brutto, stupido, grossolano e bigotto. (William S. Burroughs)

[Miao!]

Film o telefilm?

Ultimamente io e Mr.Supy ci siamo dati talmente tanto ai telefilm che quando si tratta di vedere un film nicchiamo sempre un po’. Quasi lo sentiamo come un obbligo, e ciò non è dovuto solo alla nostra (s)mania di serial ma soprattutto alla scarsa qualità dei film. Insomma è da tempo che dico che i migliori sceneggiatori americani sono emigrati tutti in tv e nel cinema si riciclano sempre le stesse due idee (e quando gli sceneggiatori televisivi scrivono per il cinema tirano fuori cose come Mission Impossible 3, speriamo che Abrams partorisca qualcosa di meglio per Star Trek!). Solo un esempio: dove lo troviamo al cinema un corrispettivo di una serie geniale come Carnivale? Forse solo in Lynch, che mi è sembrato il modello, neanche troppo implicito, di questo bellissimo telefilm. Ma tolto Lynch e qualche altro Autore, boh a me sembra che regni il vuoto assoluto. Vedo filmetti carini, ma all’aggettivo carino potete sostituire benissimo inutile o superfluo o perdibile, il senso è quello. Solo ieri ho visto un abominevole Chiedi alla povere che a Fante avrebbe fatto venire come minimo l’orticaria (la seconda parte con la storia d’amore zuccherosa è proprio da vomito se vogliamo dirla tutta!). Il tanto acclamato Me and you and everyone we know a parte qualche situazione divertente/gradevole mi ha lasciato ben poco, solito film indipendente che deve fare il figo/alternativo a tutti i costi, bah. Meglio (più sincero) un prodotto mainstream come Il diavolo veste Prada, meno sciocchino e più divertente di quel che m’aspettassi!
Insomma delle mie ultime visioni quelle che mi hanno soddisfatto pienamente sono state: Flags of our Fathers (e infatti Clint è ormai una garanzia!); The New World (e anche qui c’è dietro un regista vero come Malick) e Il cane giallo della Mongolia (della stessa regista de La storia del cammello che piange, altrettanto bello!), uno di quei film che fanno bene al cuore e che commuovono senza avere bisogno di patetici ricatti emotivi, da recuperare! (non credo l’abbiano visto in tanti…).
E stasera mi guardo Time di Kim Ki-Duk e Il castello di Cagliostro, l’unico che mi manca di Miyazaki, entrambi sono registi che amo molto, e infatti anche per il cinema negli ultimi anni i miei gusti hanno virato sempre più a est…

Al cinema devo recuperare: The Departed, Marie Antoinette e Il labirinto del fauno.

Otaku he(/i)ro

Ecco il mio nuovo idolino televisivo. Personaggio preferito di Heroes e in generale dei telefilm che sto guardando attualmente. E va bene c’è lo strainflazionato House che piace a tutti (ma vorrei vedere se la gente ci avesse a che fare pure nella vita vera… ), e poi c’è Adama di Battlestar Galactica (telefilm che riempie in modo eccellente il vuoto lasciato da Enterprise), e T-Bag di Prison Break (un villain fino al midollo!), il sempreverde Locke di Lost che ha ritrovato la fede e riguadagnato qualche punto perso dal rincoglionimento della seconda serie… ma nessuno mi diverte come Hiro! [vorrei imparare il giapponese così in fretta come la tipa della 1.08… anche se non ci tengo a fare la sua stessa fine!]

Me ne vado in fumetti… -_-

E anche oggi sono riuscita a spendere qualche soldo in fumetteria, sto cominciando seriamente a preoccuparmi per la mole di fumetti che sto comprando ultimamente, e non solo manga, ho ceduto anche alla collezione di Repubblica comprandomi Maus (che volevo da una vita!) e Blankets di cui ignoravo l’esistenza fino all’altro giorno ma del quale ho letto benissimo nei forum che frequento (e che sono la mia vera rovina inducendomi necessità fumettose/libresche a pacchi!). L’ultimo acquisto è Fuguruma memories di Kei Tome, edizione della Star davvero bella con sovracopertina e pagine patinate e a colori! *_* Sì sì è proprio la Star, quella che di solito usa un materiale non identificato molto simile alla carta igienica grigia e ruvida da discount…

Mi ha telefonato la Clo chiedendomi di mandarle per mail la checklist dei suoi manga che mi mancano XD E finalmente visti tutti i miei recenti acquisti potrò anch’io prestarle qualcosa e non solo scroccare senza ritegno come faccio di solito!

Ozio ludico

Mannaggia mi sono infognata con Animal Crossing, io lo so che non devo avvicinarmi ai videogiochi perché poi diventano una droga!! La mia casetta è un buco e tutti gli animaletti mi prendono in giro, bastardi! Ma domani dovrebbero darmi quella nuova (con relativo nuovo debito!). E dopo vari tentativi falliti sono finalmente riuscita a pescare, iuppi!
Già lo so: il numero di libri che devo leggere crescerà invece di diminuire…

Ieri sera ho finito di leggere la Clessidra, mamma mia ho pianto come una fontana. Ultimamente solo questo e Kimi wa Pet mi hanno emozionato così tanto, due manga da applauso in mezzo a tante schifezze che pubblicano oggi! Peccato solo che Sunadokei sia edito dalla Plamerda… ma, nonostante quest’unica nota stonata, non vedo l’ora di leggere i due volumi di storie extra!

http://www.shoujoinitalia.net/2006/sunadokei/

http://www.shoujoinitalia.net/2004/cucciolo/index.htm


Finita!

Finalmente è finita… sono ancora stordita e non riesco a provare emozioni forti, né positive né negative. Mi sento anestetizzata. L’unica sensazione è l’inquietudine, l’irrequietezza. E nello stesso tempo c’è tanta stanchezza accumulata che, di fronte ai nuovi impegni e buoni propositi, mi spaventa un po’. Continuo comunque a essere fiduciosa e spero di godermi in ritardo la felicità.

La prima foto di Ale-chan

Eccolo in tutto il suo splendore il giorno che è nato!
Per ora è l’unica foto che ho, spero di fargliene molte altre appena andrò a fargli visita a casa!

Voci precedenti più vecchie