L’ amore perduto e la Teoria dei quanti – Andrew Crumey


Un libro che, nonostante la vastità e densità di riferimenti extratestuali, si legge in un lampo e ti fa venire voglia di approfondire gli argomenti toccati. Incredibile come un romanzo che parla di fisica possa avere appassionato una mente anti-scientifica come la mia che a scuola odiava materie del genere. D’altronde si parla di realtà parallele, uno dei temi che più mi affascinano nelle (science)fiction! Inoltre c’è molta letteratura (soprattutto tedesca con Mann e Hoffmann, ma anche americana), filosofia, matematica… Un testo che si arrotola a spirale spiazzando continuamente il lettore e chiamandolo a riannodare (inutilmente) i fili di una narrazione che è tutto fuorché lineare. Esempio di postmoderno divertito e divertente, colto ma non pedante.

Sicuramente appena potrò recupererò gli altri romanzi editi in Italia da questo autore.

Titolo originale: Mobius Dick
Edizione italiana: Ponte alle grazie


http://www.internetbookshop.it/code/9788879287098/

Annunci

Shaking…

Mai il sottotitolo di questo blog è stato più azzeccato… in questi giorni la mia mente è un po’ pazzerella… niente di preoccupante o di sconosciuto, ormai la conosco quella stronzetta volubile, so perché fa i capricci e so come prenderla però è per pigrizia che la lascio prendermi in giro così a lungo… L’inattività non fa per me, sono incapace di rilassarmi, ormai dovrei averlo accettato… eppure ogni volta sembro scordarlo e quando mi concedo una pausa, ansia e nervosismo mi assalgono. E allora tanto vale tornare alla mia solita condizione di stress sereno che pare un ossimoro ma per me è la quotidianità, posso testimoniare quindi che è fattibile!