Over the rainbow…

Se neanche una tragedia ci cambia e ci insegna che tutto passa velocemente, che le cose non sono mai come ce le aspettiamo ma non per questo bisogna sempre temere il peggio, che la vita è fragile e forte nello stesso tempo, che fare progetti è inutile e fasciarsi la testa prima di cadere quasi criminale, che i problemi davvero gravi alla fin fine sono pochi, che abbiamo la fortuna tra le nostre mani ma preferiamo lagnarci di ciò che non abbiamo, che non possiamo mai dare nulla per scontato, che bisogna gustare l’attimo presente perché non tornerà mai più neanche se vivessimo altre 1000 vite… allora cosa ci può scuotere? Se neanche la morte assurda e inspiegabile di un ragazzo pieno di vita ci tocca anche solo per un attimo e ci rimescola dentro per costringerci a osservare l’essenziale…  allora siamo più morti di lui e rifiutandoci di celebrare la vita lo uccidiamo una seconda volta.

Buon proseguimento a chi se ne è andato così velocemente, così brutalmente, da lasciare chi resta col fiato sospeso in attesa di una smentita… e una preghiera per quelli che ancora camminano qui, su questa terra, perché qualche divinità possa alleviare quel dolore che io sempre temo possa distruggermi…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: